“Abbiamo progettato un’auto che combina il comfort di un Suv con l’eleganza di una berlina di lusso e la dinamica di un’auto sportiva. È una forma bellissima, ispirata all’efficienza senza soluzione di continuità della piattaforma IoT Enmos di Envision “, dice Fabrizio Giugiaro nella nota ufficiale. Il nome del prototipo è un omaggio a Maria Sibilla, madre di Giorgetto, e alla mitologia ellenica: le sibille infatti prevedevano il futuro, proprio come cerca di interpretarlo la show car italiana.